Lo smart working degli sportivi

Anche nello sport la realtà virtuale sta prendendo sempre più piede e ora come non mai, in questo periodo di quarantena, stiamo iniziando ad “apprezzare” ancora di più questo mondo. E chi se non meglio degli sportivi poteva aiutarci? Ormai molti sport riescono a trasmettere in modo virtuale la realtà, ma forse più di tutti attualmente sono il ciclismo e l’automobilismo che, con simulatori riescono a trasmettere in modo quasi reale le sensazioni e fatiche degli atleti. Ma come tutte le cose belle hanno un prezzo da pagare, e in questi casi il prezzo è molto alto se si vuole arrivare ad avere sensazioni realistiche. Come sempre però il noleggio può aiutarci ad abbassare i costi e a non ritrovarci con oggetti pagati a caro prezzo buttati nel dimenticatoio, perché il giorno che saremo “liberi” da questa quarantena il primo pensiero di un ciclista sarà quello di prendere la bici e pedalare fuori dalla mura domestiche. Il prezzo da pagare per avere la possibilità di pedalare nel mondo virtuale varia da un minimo di 500 euro fino ad arrivare ad un massimo si 1200/1300 euro accessori a parte, si perché purtroppo per poter utilizzare le piattaforme online che offrono la possibilità di entrare nel mondo virtuale occorre acquistare dei rulli specifici, detti rulli smart, capaci di simulare le pendenze dei vari percorsi riprodotti, senza tralasciare che tutte le piattaforme sono a pagamento, e senza un abbonamento è impossibile usarle.

Su internet ci sono molti siti dove è possibile noleggiare l’attrezzatura specifica, ricordatevi che in questo caso il noleggio vi salverà due volte, come prima cosa non vi ritroverete ad abbandonare il vostro rullo nel classico angolo del dimenticatoio, e come secondo non subirete l’evolversi della tecnologia che in questi ambiti viaggia molto veloce, cercate bene e noleggiate… forse se ci pensate bene è la soluzione migliore. Diverso è il mondo dei simulatori di guida, infatti si possono trovare diverse soluzioni, dal semplice volante alla postazione completa con tanto di sedile o addirittura di un abitacolo vero e proprio. A differenza del ciclismo comprare una di queste soluzioni potrebbe essere meno costosa e più utilizzabile nel tempo, però se si vuole sognare di avere il top le cifre diventano importanti, si può arrivare a spendere fino a 30000 euro per una postazione di guida, allora perché non provare a togliersi lo sfizio (se pur costoso) di noleggiare un simulatore top?

I prezzi non sono economici per poter noleggiare tutto questo si possono spendere dagli 800 euro in su e qua forse entriamo nel mondo dei sogni, perché oltre a potervi permettere di sborsare cifre importanti, occorre avere a disposizione un ampio spazio dove poter alloggiare tutto ciò, ma nella vita sognare è sempre bello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: